N26 da cosa guadagna?

Number26, questo era il nome originario, ha iniziato a operare nel 2016 quando ha ricevuto 10 milioni di euro di finanziamento da Valar Ventures.

Se proprio non sapete nulla di N26, vi invitiamo a leggere la nostra recensione su N26 con pregi e difetti e il nostro confronto tra PostePay e N26.

Banner N26 per registrazione conto online

Se volete attivare in pochissimi minuti una carta gratuita di N26 potete leggere questa nostra guida.

Ai suoi esordi Number26 non aveva una licenza bancaria che è arrivata nel luglio 2016, contestualmente la società ha effettuato un re-branding in N26 Bank.

Nata in Germania, già a dicembre 2016 N26 ha annunciato che il suo conto corrente di base sarebbe stato disponibile per 17 Paesi dell’Eurozona, tra cui l’Italia.

Dopo un altro round di finanziamento da Insight Venture Partners, il 13 giugno 2019 la società ha confermato di aver raggiunto i 3,5 milioni di utenti a livello mondiale.

COS’È E COME FUNZIONA LA CARTA N26

La carta N26 è considerata una delle più moderne in circolazione, appartiene al circuito MasterCard ed è dotata di IBAN proprio come un vero conto corrente.

Grazie alla sua tecnologia avanzata la carta N26 può essere utilizzata in molti modi diversi, dando la possibilità di pagare facilmente sempre.
Può essere collegata a Google Pay, quindi utilizzata per pagamenti tramite smartphone Android.

CHE FUNZIONALITÀ HA LA CARTA N26

Come dicevamo, la carta N26 è collegata a un IBAN, per cui permette di inviare e ricevere bonifici senza problemi, approfittando, inoltre, di tante altre funzioni proprie di un conto corrente: addebiti ricorrenti, accredito dello stipendio e della pensione, addebito di rate di finanziamenti.

Si tratta di una carta ricaricabile, dunque non è una carta di credito, in quanto permette di spendere solo i soldi precedentemente depositati.

Oltre ai pagamenti, la carta N26 mette a disposizione altre funzionalità:

  • pagamenti all’estero
  • effettuare transazioni online in sicurezza
  • effettuare prelievi al bancomat
  • impostare limiti di spesa giornalieri
  • ricezione di sms di notifica in seguito ad acquisti o prelievi

CHE COSTI HA LA CARTA N26

I costi per la carta N26 dipendono dal tipo di carta che scegli di attivare, mentre la quota di emissione è sempre gratuita.

Per la N26 Standard e la N26 Business il canone è zero, quindi non ci sono costi aggiuntivi, la carta N26 You ha un costo di 9,90 euro al mese mentre la N26 Metal ha un costo di 16,90 euro al mese.

Entrambe le carte hanno un vincolo di sottoscrizione di almeno un anno e il rinnovo avviene in maniera gratuita ogni 12 mesi, a meno che non si inoltri la richiesta di disdetta almeno un mese prima della data del rinnovo stesso.

Tutte le carte, sia quelle gratuite che quelle che prevedono il canone, offrono la possibilità di pagare in modalità contactless e con lo smartphone, pagamenti gratuiti in qualsiasi valuta e prelievi gratis in euro.

Le carte N26 You e Metal danno anche la possibilità di ricevere una carta aggiuntiva e ti permettono di prelevare gratis ovunque, indipendentemente dalla valuta.

Inoltre la carta N26 You può essere personalizzata ed è disponibile in 5 colori, mentre la carta N26 Metal è in acciaio, più resistente e prestigiosa.

COME GUADAGNA N26

In molti si chiedono come possa guadagnare una banca offrendo conti e carte gratuite.

La risposta è abbastanza semplice: gli introiti non provengono dai clienti ma dagli esercenti e dai circuiti a cui essi sono collegati.

Esattamente come i circuiti di pagamento tipo Mastercard e simili, N26 ottiene una fee percentuale da ogni transazione commerciale.

In particolare per N26 ogni volta che un utente effettua un pagamento con Mastercard, viene applicata una commissione a carico dell’esercente che varia dallo 0,3% al 4%.

I pagamenti tramite POS, secondo Confartigianato, hanno superato i 115 miliardi di euro di importo complessivo, per cui i circuiti Mastercard e simili sono particolarmente redditizi per gli operatori.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here