Carte di Credito, debito e prepagate

Quante volte avrete sentito la frase “paga col Bancomat o Carta di Credito?” Nei negozi o nei supermercati spesso viene fatta questa domanda ai clienti, dal momento in cui si tira fuori dal portafogli una carta per pagare.

Oggi andiamo a vedere quali sono le reali differenze tra Carta di Debito, Carta di Credito e Bancomat. La prima la sveliamo subito, la carta di debito e il bancomat sono in sostanza la stessa cosa. Solo che si tende ad utilizzare la parola Bancomat al posto di carta di debito. Il bancomat è infatti uno specifico circuito mentre le altre carte di debito utilizzano altri circuiti come Visa, Mastercard o Visa Electron.

La Carta di Debito

La carta di debito altro non è che quella carta che prevede un conto corrente, dal quale vengono tolti i soldi nel momento esatto in cui vengono spesi. Si può prelevare il denaro dagli sportelli ATM, la carta di qualunque circuito è collegata direttamente al proprio conto bancario.

Ha bisogno di un pin da digitare al momento del pagamento e dalla transizione eseguita i soldi vengono direttamente scalati dal conto corrente.

Che cosa è la carta di credito?

La carta di credito come quella di debito è sempre collegata ad un conto bancario, ma consente di pagare a rate. Il denaro speso non verrà prelevato al momento del pagamento ma a distanza di 30 giorni dalla transizione. Si possono quindi effettuare acquisti e spese senza avere denaro sul conto al momento del pagamento.

Ovviamente le carte di credito prevedono una commissione sulle spese e la rateizzazione. Le carte che siano di debito o credito possiedono un pin, una banda magnetica, il numero carta e il codice di sicurezza.

Le carte di debito prepagate

Le carte prepagate invece non hanno bisogno di un conto corrente, sono delle tessere apparentemente simili alle carte di debito ma il denaro viene caricato direttamente dal proprietario, una volta finita la somma di denaro della quale dispone la prepagata non si possono più fare spese ed acquisti fino alla successiva ricarica.

Comode per i più giovani quest’ultime o per chi le usa unicamente per acquisti online e piccole spese. Si può prelevare il denaro dagli sportelli ma ovviamente non si possono ricevere né fare bonifici.

La Postepay in Italia ha riscosso un notevole successo ed è il classico esempio di carta prepagata. Esiste anche la prepagata con l’Iban, utile in caso di accredito degli stipendi, qualora non si volesse aprire un conto in Banca. Le carte prepagate si possono ricaricare comodamente nelle tabaccherie.

Generalmente in Italia si utilizzano le carte di debito e le prepagate, le carte di credito restano comunque più di nicchia nel mercato economico nazionale. Aprire un conto corrente e avere un carta di debito oggi con la diffusione delle banche online è ancora più semplice e lo si può fare a costi irrisori. Una carta di debito molto nota (che quindi è differente da una prepagata) è la N26 della quale abbiamo più volte scritto qui su UpGo.news.

Alcune banche online possiedono anche le carte di credito e spesso predispongono di pacchetti all inclusive, carta di credito e carta di debito direttamente a domicilio. Se oramai è possibile non pagare più le commissioni con le carte di debito, a seconda del circuito e della banca d’appartenenza, le carte di credito possiedono sempre delle spese di commissioni e delle percentuali sulle rate e le spese effettuate.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here